Passa ai contenuti principali

I DEBOLI PAGANO DUE VOLTE

I DEBOLI PAGANO DUE VOLTE 




Per tanti anni nel mondo persone con l'unico scopo di arricchirsi e diventare potenti in tutti i settori e servizi si sono dati battaglia, con l'unico fine e scopo di impadronirsi del potere e ricchezza del proprio avversario, aumentando cosi  il proprio potere e di conseguenza l'influenza che esso esercita nelle persone .

La distribuzione della  ricchezza economica influisce in maniera determinante nella vita di ognuno di noi nelle nostre società attuali, creando diversità e disuguaglianze che ogni giorno generano e comportano continue ingiustizie,  contro  la parte più debole delle persone dove la loro stessa esistenza viene messa a dura prova,  e i sacrifici che ognuno di noi è disposto ha fare e ha fatto vengono sfruttati e utilizzati da i soliti furbi che ne sfruttano fino in fondo i benefici.
Una società basta sull'ipocrisia e indifferenza dove si continua a ripetere le cose che non vanno ma non si fa nulla per cambiarne il percorso e soprattutto una società non più disposta nel mettersi in discussione e rivedere i propri errori ed eventuali priorità.
Dove gli ultimi vivono una vita precaria e piena di inganni e vengono utilizzati per far crescere i loro padroni tramite un meccanismo chiamato progresso sociale .

La differenza di come le persone ne traggano beneficio uguale per tutti senza differenze di nessun genere dipende da come si gestisce il progresso sociale di un popolo.

QUANDO LO SVILUPPO NON è PROGRESSO 

Il disagio attuale delle persone più deboli e povere è talmente evidente e purtroppo in continuo aumento, in tutto il mondo nazioni ritenute sviluppate che fino a poco tempo fa erano considerate nazioni industrializzate e con un buon reddito pro capite oggi sono in grave difficoltà di fronte a una crisi mondiale economica che a portato alti tassi di disoccupazione   mancanza di lavoro con  forte perdita dei consumi , e di conseguenza la creazione di  nuovi poveri con difficoltà di sostentamento del proprio nucleo famigliare e la perdita di una vita dignitosa.

Una forte  crisi di identità è il prezzo che molti stanno pagando non sappiamo più chi siamo e di chi fidarci la perdita dello stato sociale viene automaticamente, dovuto a una serie di cambiamenti del medesimo . 
La forte  crisi economica e alla mancanza del lavoro ti possono portare ad essere escluso e diverso in questa società.
La continua  non redistribuzione della ricchezza e quindi del benessere ci a portato  in un vicolo cieco senza uscita, dove i pochi che stanno bene in maniera avida si giustificano e si nascondono dal resto del mondo che non c'è la fa più .

La  rivolta sociale è alle porte nuovamente improntata a riequilibrare il mondo dalle varie ingiustizie  e disuguaglianze che oggi determinano chi può vivere in maniera dignitosa e accettabile da chi invece deve vivere e morire  nell'indifferenza totale soffrendo.

Non è più accettabile che si parli e basta, o che si continui ogni anno ha creare statistiche con lo scopo di  informare l'opinione pubblica su quante persone muoiono di fame ogni anno nel mondo, per poi non provvedere e cambiare il sistema. 

Da tempo molti sanno come si potrebbe fare  per cambiare questo suicidio di massa alle volte anche assistito .... ma costerebbe troppo perdere la metà delle ricchezze che i pochi miliardari detengono . 
Nell'ultima indagine e documento fatto nel 2015 sulla distribuzione della ricchezza nel mondo dall' organizzazione OXFAM, agenzia internazionale che si batte per il tema fame e povertà nel mondo, è in piena evidenza  il divario tra ricchi e poveri che purtroppo è  in continua espansione, già  oggi L' 1% a più ricchezze del restante 99% della popolazione .

Il documento è stato pubblicato alla vigilia del summit di Davos dove i LEADER di tutto il mondo discuteranno quest'anno al Word Economic Forum.

Calcolate che ci sono al mondo 80 persone le più ricche del pianeta che detengono l'equivalente ricchezza e risorse pari ai  3,5 miliardi di poveri che costituiscono il 50% della popolazione globale .. e l'ultimo chiude la porta ...


L'ultimo interessante documento datato 2015 è quello creato dalla mega org. 

OXFAM ISSUE BRIEFING  vi consiglio di leggerlo ...











RICCHI E POVERI LO SFRUTTAMENTO DEI PIU DEBOLI 




Post popolari in questo blog

L'INDIFFERENZA è CONTAGIOSA

LE PERSONE CHE CI GOVERNANO SI SONO FATTI I FATTI PROPRI.
Diffida dell'uomo a cui piace tutto,di quello che odia tutto, e ancor di più, di colui che è indifferente a tutto.

Johann Kaspar Lavater 

SIAMO NELL'ERA DELL'INDIFFERENZA SOCIALE DOVE NON CI SI CONOSCE, E DOVE OGNUNO PENSA AI FATTI PROPRI, IL NON ESPORSI E INTERESSARSI DELL'ALTRO è DIVENTATO UN MODO DI ESSERE E COMPORTARSI , NON CI INTERESSIAMO DEL PROSSIMO PER LE PAURE CHE QUESTO MODELLO DI SOCIETÀ E INFORMAZIONE CI PONE DAVANTI OGNI GIORNO MOSTRANDO IL LATO MAGGIORMENTE NEGATIVO DI QUELLO CHE ACCADE NEL MONDO .  UN MOTIVO VALIDO è TENER SOTTO CONTROLLO LE MASSE E I POPOLI, LE PAURE DI OGNI ESSERE UMANO SONO DETERMINANTI PER IL SUO CONTROLLO E DIVENTANO ESTREMAMENTE IMPORTANTI PER QUANTO RIGUARDA IL CONSENSO DI CHI CI INDICA LA STRADA DA DOVER SEGUIRE . IN QUESTO TIPO DI COMPORTAMENTO è RACCHIUSO TUTTO L'EGOISMO DELL'ESSERE UMANO.
IL POTERE DI DECIDERE PER LA VITA ALTRUI è UN IMMENSO POTERE, E OGGI POSSIAMO …

RIBELLI NELL'ANIMA

La ribellione e le sue fasi è certamente da tenere inconsiderazione oggi .






Ribelli si nasce ribelli si muore


Essere vivi e sentirsi ribelli nell'anima riscontri della gioventù che tutti abbiamo avuto chi di più, e chi contare chi lo è ancora. Ribelli si nasce ribelli si muore.

La ribellione ti nasce da dentro è uno stato d'animo che trova forza e si alimenta da come ognuno percepisce e vive la propria vita solitamente dal non essere daccordo o  dal non trovarti a tuo agio in vari tipi di situazioni, o in sintonia con modelli di vita e opinioni che non ti appartengono e non si adattano al tuo stile e  modo di pensare. 
Esperienze di vita si accumulano  dentro di noi con esse prendono forma il proprio carattere e la persona che in determinate situazioni  fanno uscire la forma di ribellione che c'è in noi. 
Dire adesso basta questa è una vera ingiustizia più delle volte non basta.  
Periodi  dove vedi tutto in maniera diversa, dove non ti fai tanti problemi e snobbi o giudichi chi …

LE NUOVE REGOLE DELLA DISUMANIZZAZIONE

Le Nuove Regole della Disumanizzazione 



DISUMANIZZAZIONE DISUMANIZZARE DISUMANO .L'umanità perduta. Saggio sul XX secolo Una Civiltà che è finita e vuole rinascere a tutti i costi deve per forza fare i conti con dei cambiamenti più o meno faticosi e mirati . Il Cambiamento dal basso è il modo per ricominciare a respirare aria pulita e vivere una vita nuova fatta di valori e vita comunitaria impostato sul qui ed ora .

Come ci vogliamo comportare difronte al disastro perpetrato dalle società capitalistiche e del benessere sociale, che tramite questo democratico processo a per anni e anni creato in tutto il Mondo delle differenze e diversità con ben due modelli sociali di vita derubando disinformando e ghettizzando i popoli che non erano ammessi allo sviluppo economico e che non potevano difendere il loro territorio dagli abusi e soprusi delle colonizzazioni di quelle nazioni che ancora oggi la fanno da padrone obbligando le nazioni più deboli e svantaggiate ad entrare nel giro magico d…