Passa ai contenuti principali

L'ITALIA CHE SI UCCIDE " non vedo non sento non parlo"

















La storia ci insegna che i cambiamenti costano fatica e soprattutto oltre il tempo che ci vuole nel vederne i cambiamenti e trarne i frutti , possono essere deleteri e distruttivi , quando si vogliono raggiungere   tramite rivoluzioni non civili che porterebbero ulteriormente al declino questa Italia già cosi fragile e poco unita . La spirale della violenza oltre a provocare  inutili  vittime andrebbe a rafforzare anche la crisi che in questo momento cosi delicato a già colpito le persone più povere e deboli della nostra società. Partecipare al cambiamento, rivendicare l'ingiustizie , apprendere e ascoltarsi reciprocamente già questa potrebbe essere un inizio di una  rivolta civile e costruttiva, che sicuramente Fatica e Unione . Nel farla le persone si dovrebbero mettere ognuno nei panni dell'altro, e contribuire nella pulizia  delle proprie azioni negative che ognuno a .
Solo tramite una consapevole trasformazione interiore accettando i propri sbagli e un bagno di umiltà della  proprio persona accade il cambiamento. Assumersi responsabilità al giorno d'oggi sembra quasi diventata una cosa scontata e facile " responsabilità nel lavoro ,famiglia , società, ecc..." ma se ci soffermiamo un attimo nel  riflettere su quante volte agiamo in modo  irresponsabile ci rendiamo conto di quanta strada dobbiamo fare ancora per essere Responsabili . O non è cosi ? Per  prendere posizioni che a volte risultano scomode e inconvenienti, ci vuole coraggio e forza di volontà questo anche per farsi sentire in una informazione corretta e vera soprattutto in questo momento dove il conflitto d'interesse uccide maggiormente in senso metaforico  della mafia . Persone costrette a chiudere la propria attività aperta con fatica dovuta magari all'apertura dei grandi ipermercati o centri commerciali altri colpevoli se cosi si può dire di aver avuto fiducia e dato nel lavoro tutta la loro vita in mano ad una multinazionale o azienda che un bel giorno all'improvviso le licenzia perché magari lo stesso lavoro e produttività non conviene economicamente alla azienda , decidendo cosi di spostare  il lavoro in un'altra Nazione, senza tener conto della fine che faranno queste persone . Cari amici questo è il mondo in cui viviamo e che dobbiamo cambiare 

  IL re  è stanco la regina si annoia  e il popolo soffre .

 Io onestamente spero che non si debba arrivare a un cambiamento forzato o condiviso tramite uso della forza e violenza .  Art G.P.

 

Commenti

Post popolari in questo blog

L'INDIFFERENZA è CONTAGIOSA

LE PERSONE CHE CI GOVERNANO SI SONO FATTI I FATTI PROPRI.
Diffida dell'uomo a cui piace tutto,di quello che odia tutto, e ancor di più, di colui che è indifferente a tutto.

Johann Kaspar Lavater 

SIAMO NELL'ERA DELL'INDIFFERENZA SOCIALE DOVE NON CI SI CONOSCE, E DOVE OGNUNO PENSA AI FATTI PROPRI, IL NON ESPORSI E INTERESSARSI DELL'ALTRO è DIVENTATO UN MODO DI ESSERE E COMPORTARSI , NON CI INTERESSIAMO DEL PROSSIMO PER LE PAURE CHE QUESTO MODELLO DI SOCIETÀ E INFORMAZIONE CI PONE DAVANTI OGNI GIORNO MOSTRANDO IL LATO MAGGIORMENTE NEGATIVO DI QUELLO CHE ACCADE NEL MONDO .  UN MOTIVO VALIDO è TENER SOTTO CONTROLLO LE MASSE E I POPOLI, LE PAURE DI OGNI ESSERE UMANO SONO DETERMINANTI PER IL SUO CONTROLLO E DIVENTANO ESTREMAMENTE IMPORTANTI PER QUANTO RIGUARDA IL CONSENSO DI CHI CI INDICA LA STRADA DA DOVER SEGUIRE . IN QUESTO TIPO DI COMPORTAMENTO è RACCHIUSO TUTTO L'EGOISMO DELL'ESSERE UMANO.
IL POTERE DI DECIDERE PER LA VITA ALTRUI è UN IMMENSO POTERE, E OGGI POSSIAMO …

LE NUOVE REGOLE DELLA DISUMANIZZAZIONE

Le Nuove Regole della Disumanizzazione 



DISUMANIZZAZIONE DISUMANIZZARE DISUMANO .L'umanità perduta. Saggio sul XX secolo Una Civiltà che è finita e vuole rinascere a tutti i costi deve per forza fare i conti con dei cambiamenti più o meno faticosi e mirati . Il Cambiamento dal basso è il modo per ricominciare a respirare aria pulita e vivere una vita nuova fatta di valori e vita comunitaria impostato sul qui ed ora .

Come ci vogliamo comportare difronte al disastro perpetrato dalle società capitalistiche e del benessere sociale, che tramite questo democratico processo a per anni e anni creato in tutto il Mondo delle differenze e diversità con ben due modelli sociali di vita derubando disinformando e ghettizzando i popoli che non erano ammessi allo sviluppo economico e che non potevano difendere il loro territorio dagli abusi e soprusi delle colonizzazioni di quelle nazioni che ancora oggi la fanno da padrone obbligando le nazioni più deboli e svantaggiate ad entrare nel giro magico d…

RIBELLI NELL'ANIMA

La ribellione e le sue fasi è certamente da tenere inconsiderazione oggi .






Ribelli si nasce ribelli si muore


Essere vivi e sentirsi ribelli nell'anima riscontri della gioventù che tutti abbiamo avuto chi di più, e chi contare chi lo è ancora. Ribelli si nasce ribelli si muore.

La ribellione ti nasce da dentro è uno stato d'animo che trova forza e si alimenta da come ognuno percepisce e vive la propria vita solitamente dal non essere daccordo o  dal non trovarti a tuo agio in vari tipi di situazioni, o in sintonia con modelli di vita e opinioni che non ti appartengono e non si adattano al tuo stile e  modo di pensare. 
Esperienze di vita si accumulano  dentro di noi con esse prendono forma il proprio carattere e la persona che in determinate situazioni  fanno uscire la forma di ribellione che c'è in noi. 
Dire adesso basta questa è una vera ingiustizia più delle volte non basta.  
Periodi  dove vedi tutto in maniera diversa, dove non ti fai tanti problemi e snobbi o giudichi chi …